Il mio santo nero

Io ho il mio San Calò, non Calogero, ma proprio Calò. Ed è nero. Ed è santo. E anche se sono distante già sento, già vivo la festa. Ce l’hai dentro. La vivi da vicino pur non essendoci fisicamente, all’uscita dal santuario, durante tutta la processione della sua statua, che sale e che scende per... Continue Reading →

Lorenzo Tosa e la ricerca del padre

Cercare tutti gli indizi che portano a tuo padre, che portano a te stesso, abbattendo spesse mura di forzato oblio. È quello che ha fatto quasi quarantenne lo scrittore Lorenzo Tosa che ha perso papà quando aveva due anni e mezzo. E cercando una figura di cui non ha corporei ricordi, ma tanto mancante, scopre... Continue Reading →

Minuscolo sud

Una mia amica, scrittrice e insegnante di Lettere, mi ha bacchettato dopo aver letto un passaggio del dattiloscritto di un mio saggio sul regista Pietro Germi in cui ho messo a confronto due periodi storici diversi nella mia terra e poi la situazione negli anni Sessanta in due tanto diverse parti d’Italia. Il passaggio incriminato... Continue Reading →

Sicilia terra di scrittura

Viviamo in una terra di scrittura. Non puoi non scrivere. E non è un caso che qui siamo nati e si siano ispirati tanti scrittori di livello mondiale e altri scrittori che oggi vengono apprezzati fuori dalla Sicilia sull’intero territorio nazionale. La nostra terra è materia viva da cogliere e plasmare, come l’argilla nel tornio... Continue Reading →

Europa senza voto

Mi sono fatto largo nel vuoto rimbombante dei miei passi; mi sono affacciato all’interno del seggio con la mia faccia scrutatrice; ho quasi chiesto scusa per avere disturbato il presidente e i suoi collaboratori di sezione elettorale distratti dal nulla e per la prima volta ho votato nell’assoluto silenzio senza nessuno prima di me e... Continue Reading →

Usciamo dall’Europa e dall’Italia

Usciamo dall’Europa, usciamo dall’Italia, usciamo dal Meridione, usciamo dal Mediterraneo, usciamo dalla Sicilia, usciamo dalla provincia di Agrigento, usciamo dal nostro quartiere, usciamo dal nostro condominio, usciamo dal nostro appartamento, usciamo dalla nostra famiglia, usciamo da noi stessi e impazziamo, ognuno da solo, nel suo separato e blindato e armato mondo, di solitudine. Seguiamo alla... Continue Reading →

Il monumento Miraglia

Un monumento a un monumento. Non è un gioco di parole. Oggi è stato inaugurato al cimitero di Sciacca il monumento al sindacalista Accursio Miraglia, ritratto a testa alta nella sua storica cavalcata con migliaia di contadini. A presiedere una cerimonia molto partecipata è stato Nico Miraglia, figlio di Accursio e presidente della fondazione a... Continue Reading →

La prova dell’amore

È da stamattina che rifletto sulla parola amore. Non proprio sulla parola per la verità, ma su quello che c’è dentro e su quello che ne esce fuori. Alla fine, se c’è, l’amore può anche fare a meno della parola, del suo guscio sonoro. C’è e basta. E non c’è bisogno di nominarlo o di... Continue Reading →

Elogio alla lentezza

In un primo momento ho scorto da lontano due babbaluci (lumache per gli amici non siciliani). Mi sono avvicinato e ho avuto la conferma. Ho pensato subito al piatto di cui sono goloso e che al momento non posso mangiare perché impegnativo nella digestione. Poi, divertito, ho pensato al simbolo delle corna, ovvero al simbolo... Continue Reading →

Il tricolore non è una bandiera qualsiasi

Il tricolore non è una semplice bandiera da sventolare allo stadio solo in caso di vittoria della nazionale di calcio. Dentro il verde, il bianco e il rosso c’è una lunga storia, ora di speranza, ora di dolore, ora di gloria, che ci appartiene come grande comunità, come grande nazione, come grande Patria. Una storia... Continue Reading →

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑